Tiro a segno, quando l'arma diventa sport

La pratica del tiro a segno si sviluppa contemporaneamente alla comparsa delle armi da fuoco. Fin dal momento in cui l'uomo ha usato la polvere da sparo per la costruzione delle armi, il tiro a segno è stato praticato sia come attività ludica e sportiva sia come strumento di addestramento per la formazione delle truppe militari.

In Europa la polvere nera venne diffusa dapprima in Spagna dagli arabi, durante le guerre di Conquista, e utilizzata come polvere da sparo solamente a partire dal XIV secolo d.C., per opera del monaco tedesco Berthold Schwarz. Una leggenda narra che egli, nella prima metà del 1300, sia stato il primo europeo a conoscere la polvere nera e ad applicarla nella costruzione di armi.

Con l'invenzione delle armi portatili, come l'archibugio, nella seconda metà del XV secolo iniziò a diffondersi la pratica sportiva del tiro a segno. Nel 1427 ad Aosta venne organizzata la prima competizione della quale possediamo notizie storiografiche, presenziata dal principe Amedeo VIII di Savoia. A partire da questo stesso periodo, alle gare di tiro con l'arco e con la balestra si affiancarono quelle di tiro a segno, che gradualmente si diffusero in tutti i comuni della Penisola.
Durante il Rinascimento, la pratica di questa attività si consolidò ulteriormente; poiché all'epoca la vita dei cittadini era strettamente connessa a quella dello Stato, questi non esitavano a difenderlo facendo ricorso alle armi. Ciò favorì, dunque, il rafforzamento dell'addestramento militare delle truppe cittadine e il proliferarsi delle manifestazioni sportive di tiro a segno.

In Italia, dopo il Trattato di Campoformio del 1797, fu vietato l'uso delle armi da parte dei civili su tutti i territori di dominazione austriaca, ad esclusione del Trentino Alto-Adige, dove anzi la pratica del tiro a segno venne favorita; nel 1874 nel Tirolo si contavano infatti circa 250 poligoni.
La prima società italiana di tiro a segno, la Società del bersaglio, fu fondata a Trieste nel 1799 ed è considerata la più antica società sportiva italiana.

Il tiro a segno è stato inserito tra le discipline delle Olimpiadi moderne sin dalla prima edizione, tenutasi ad Atene nel 1896.

Strutture Sportive

Click on the map to add markers.

Cerca il poligono più vicino alla tua città!