Spiegazione certificazione acustica

Certificazione acustica immobili Feltre: quando vi è l'obbligo?

La valutazione dell'impatto acustico ha il fine di esaminare i livelli di rumorosità emessa da diverse attività, in modo da poter valutare l'inquinamento prodotto. Allo stesso modo in cui la certificazione energetica lo fa per i consumi energetici, la valutazione dell'impatto acustico suddivide gli immobili sulla base di specifici requisiti che riguardano le emissioni sonore interne ed esterne.

I requisiti necessari per la classificazione degli edifici sono contenuti nella norma UNI 113767, pubblicata il 22 luglio del 2012 e riferita a tutte le tipologie di immobile escludendo quelli ad uso agricolo, industriale ed artigianale.

La norma quindi divide le unità immobiliari in quattro classi: dal livello numero 1, che configura quello più silenzioso, fino al 4, il più rumoroso. Al fine della classificazione, vengono considerati non soltanto i dati progettuali ma sono anche considerati i livelli sonori. Questi sono calcolati per ogni singola unità immobiliare e non per l'edificio intero. Nel caso in cui un edificio sia composto da più appartamenti, pertanto, la classe è assegnata ad ogni singola unità e non all'edificio in modo complessivo.

Come richiedere gratis preventivi per Certificazione Acustica a Feltre?

Riempi il modulo che trovi sulla nostra pagina online o contatta per telefono i nostri operatori per ottenere in maniera gratuita e senza obblighi di impegno preventivi per la Certificazione Acustica Feltre. Confronta le migliori proposte delle imprese di Feltre.

In che modo è redatto?

Per la redazione della Certificazione acustica a Feltre saranno svolte delle prove di collaudo in tutti gli ambienti dell'unità abitativa. Successivamente, verrà ottenuta la media dei dati e stabilita la categoria acustica.

Ad essere tenuti in considerazione per la determinazione della classificazione acustica saranno l'isolamento di facciata, l'isolamento rispetto ai vicini e il livello di rumore prodotto dagli impianti.

I proprietari o gli affittuari futuri verranno dunque messi a conoscenza sulle caratteristiche acustiche, assicurando l'effettiva conoscenza delle emissioni di sorgenti sonore e di rumore. Anche se previste quattro classi di efficienza acustica, già un'abitazione contraddistinta dalla classe tre può essere ritenuta "silenziosa".